Come liberare le vie respiratorie da muco e catarro

Come liberare le vie respiratorie da muco e catarro

Tempo di lettura 2 minuti

L’inverno è arrivato. Il freddo e il gelo si fanno sentire e mal di gola, dolori articolari e muscolari, congestione nasale, tosse e starnuti non si fanno di certo attendere. L’influenza è un fatto normale nella nostra vita di tutti i giorni, soprattutto nei mesi più freddi.

Il comune raffreddore è solito passare in 7/10 giorni con un po’ di riguardo e con l’ausilio di farmaci da banco, che servono ad alleviare i dolori e ad attutire i sintomi.

Come curare una comune influenza

  • Riposandosi
  • Evitando gli sbalzi di temperatura
  • Facendo incetta di Vitamina C
  • Ristorandosi con delle docce calde
  • Bevendo tisane con spezie anti-infiammatorie come zenzero, curcuma e cannella
  • Utilizzando dei farmaci da banco a base di paracetamolo o ibuprofene

Ma alcune volte, quella che può sembrare una comune influenza, in realtà, nasconde o si trasforma in vere e proprie infezioni delle vie respiratorie: polmoniti, bronchiti e tracheiti. Queste malattie dell’apparato respiratorio non sono curabili con semplici rimedi naturali o farmaci da banco e devono essere trattate nel modo adeguato sotto la guida di medico e farmacista.

Come liberare le vie respiratorie in caso di tracheiti, bronchiti, polmoniti

Per alleviare e curare le infezioni delle vie respiratorie viene prescritto dai medici l’utilizzo dell’aerosol. L’aerosol, detto anche nebulizzatore, è un dispositivo medico molto più efficace rispetto ad altri tipi di terapie, poiché è in grado di dissolvere i farmaci in minuscole particelle di forma liquida. Si tratta appunto di goccioline di farmaco talmente piccole che vengono misurate in micron, ovvero in millesimi di millimetro.

Il vantaggio di ottenere gocce microscopiche di farmaco è che queste possono raggiungere i recessi più profondi dell’apparato respiratorio, laddove i normali medicinali non possono arrivare. Anche le classiche inalazioni di vapore con la bacinella d’acqua bollente, per quanto siano utili ad alleviare i disagi di raffreddori e sinusiti, non riusciranno ad andare oltre le vie respiratorie superiori. Il sistema respiratorio, infatti, ha una struttura ad albero i cui rami si riducono di diametro man mano che si scende verso i bronchi. Solo particelle minuscole possono, quindi, arrivare fino alle estremità dell’apparato respiratorio, agendo direttamente sulle zone colpite da infiammazione.

In generale, l’aerosol può essere suggerito dal medico di fiducia ogni qualvolta si renda necessario:

  • Applicare i farmaci vaporizzati nell’area specifica in cui è localizzata l’infezione;
  • Umidificare l’albero respiratorio;
  • Far sì che le secrezioni tracheo-bronchiali diventino più fluide e quindi più facili da espellere.

Tracheiti, bronchiti e polmoniti, vanno curate con l’utilizzo di farmaci specifici, come antibiotici, antinfiammatori, antiasmatici e broncodilatatori che devono essere prescritti dal medico.

Gli aerosol non sono tutti uguali, ne esistono, nella fattispecie, di tre tipologie:

  • ad aria compressa
  • a membrana vibrante
  • ad ultrasuoni

Tutte e tre le tipologie sono efficaci e valide, ma ciò che le differenzia sono le dimensioni dell’apparecchio utilizzato, la rapidità della terapia e la tipologia di farmaco utilizzabile. Per consigli specifici rivolgersi sempre al medico o al farmacista di fiducia.

Aerosol prezzi e offerte clicca il link per scoprire le nostre offerte sugli aerosol! Non lasciartele sfuggire!

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito utilizza cookie che consentono di agevolarne la gestione e personalizzare la tua visita. Usando il sito accetti che siano utilizzati cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi